Soccorsi a Farindola - Tragedia, neve, terremoto

 

Farindola si fa amare soprattutto grazie alle sue meraviglie culinarie. Tante persone conoscono il suo nome grazie ai deliziosi formaggi e agli strepitosi vini che questa meravigliosa terra produce.

Ma è quando la vivi che Farindola ti rivela tutta la sua meraviglia. La meraviglia di un borgo arrampicato sulla roccia abruzzese del Gran Sasso, dove il tempo sembra essersi fermato e la tempra degli uomini è quella di una volta. Questo piccolo borgo si trova nella provincia di Pescara e fa parte del Parco Nazionale del Gran Sasso.

Le sue strade così ripide si snodano tra le pendici vestine che si trovano di fronte alla valle del fiume Tavo e diventano “scalinatelle” quando attraversano il centro storico.

Vista notturna del borgo di Farindola
Vista notturna del borgo di Farindola

Noi di IoCuoco abbiamo avuto la fortuna di viverla in un giorno di festa, questa meravigliosa terra, come abbiamo già raccontato qui.

Ma è in questi giorni di tragedia che vogliamo essere ancora più vicini alla gente di Farindola, perchè la terra, che ha loro offerto tanto, oggi ha chiesto un tributo orrendo.

“Abruzzo caparbio e gentile” lo chiamava Primo Levi. Noi ne conobbimo la deliziosa gentilezza, oggi sappiamo che è la caparbietà che anima quelle mani mentre scavano nella neve.

La valanga sommerge il Resort Rigopiano

E allora forza ragazze e ragazzi di Farindola, siamo sicuri che la caparbietà che vi contraddistingue riuscirà a fare un miracolo!

Siamo tutti con voi!

Capire quel gioiello che è Farindola. Forza ragazzi di Rigopiano!
Tags: